domenica 15 dicembre - Aggiornato alle 01:18

Caldo record, è stata la giornata più torrida dell’estate: in Umbria raggiunti i 41 gradi

Per Rete Meteo è Terni la città più bollente. Protezione civile: Marsciano a 40,7 supera di poco Todi e Orvieto. Previsioni: brusco calo entro Ferragosto

Ondata di caldo (foto Troccoli)

di Iv. Por.

Un vero e proprio record quello toccato lunedì in Umbria per l’ondata di caldo africano. Terni ha sfondato quota 41 gradi secondo Linea Meteo, mentre secondo le rilevazioni del Centro funzionale della protezione civile dell’Umbria è stata Marsciano la città più torrida con 40,7 gradi raggiunti alle 16 . Superate le temperature già altissime di domenica, siamo sui livelli dei giorni più torridi del 2017, l’estate più calda degli ultimi decenni. Anche le minime sono state da record con 27,1 all’isola Polvese come picco alle 5.30 del mattino.

Oltre 40 gradi Oltre il 40 gradi sono andate molte località: Foligno con 40,3, Orvieto, Todi, Montemolino e Massa Martana con 40,2. Poco sotto Bevagna e Bastia Umbra con 39,8, Perugia, Spoleto, Narni Scalo, San Gemini, Pontenuovo di Torgiano con 39,7. Per Terni il sensore della protezione civile ha rilevato una massima di 38 gradi, ma la rete delle stazioni collegate nel network di Linea Meteo (stazioni private ma che devono seguire standard precisi) pongono Casteldilago tra le località più calde d’Italia con 41 gradi e Terni stazione e Collescipoli con 40,6.

Previsioni: ancora un giorno Il ministero della salute pone Perugia a Livello di allerta 3, il massimo anche per la giornata di martedì. Poi dovrebbe esserci il tanto atteso calo termico. Umbriameteo annuncia l’arrivo della perturbazione nord atlantica tra martedì e mercoledì con le correnti settentrionali che porteranno sull’Italia aria più fresca decretando la fine dell’ondata di caldo «entro la giornata di Ferragosto». Da martedì 13 temperature in «generale calo a partire dal nord Italia, anche 10° in meno».

I commenti sono chiusi.