Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 29 giugno - Aggiornato alle 15:14

Cala il sipario su ‘Acqua Amica’, il Servizio idrico integrato di Terni premia gli studenti

Disegni e racconti per rendere consapevoli le nuove generazioni del valore della risorsa idrica: verso edizione 2023

Quasi 700 persone tra bambini, insegnanti e istituzioni, 21 istituti comprensivi e la splendida cornice dell’anfiteatro Fausto di Terni. Questi gli ingredienti con cui si è svolta venerdì, la cerimonia di premiazione del concorso Sii (Servizio idrico integrato di Terni)  ‘Acqua Amica‘. Un progetto ideato per «rendere consapevoli le nuove generazioni del valore della risorsa idrica, attraverso un’importante campagna di sensibilizzazione». I ragazzi, le classi e i docenti hanno ricevuto premi in denaro, targhe e personal computer. Presenti alla premiazione tra gli altri il sindaco di Terni Leonardo Latini, l’assessore della Regione Umbria Enrico Melasecche e il presidente Asm Mirko Menecali. Ospite d’eccezione il maestro Mogol che dal palco ha ricordato alle giovani generazioni «l’importanza di salvaguardare un bene prezioso oggi a rischio».

Concorsi Il progetto ‘Acqua Amica’ è partito il febbraio scorso coinvolgendo più di 1.500 studenti dei 21 istituti che hanno aderito. L’idea è stata ben accolta anche dalla Regione Umbria, dalla Provincia di Terni e dall’Auri che hanno patrocinato il concorso. Asm ha regalato materiale divulgativo ai giovani delle classi presenti nell’ambito del progetto di educazione ambientale. Due i concorsi a cui i ragazzi potevano partecipare. Il primo dal titolo ‘Disegna l’Acqua’ ha coinvolto le scuole primarie che hanno disegnato una mascotte acquatica. Il secondo concorso era invece riservato alle scuole secondarie dal titolo ‘Racconta l’Acqua’ dove i giovani studenti dovevano cimentarsi in un racconto con protagonista proprio la risorsa più preziosa del pianeta.

La giuria A giudicare i disegni dei più piccoli ci hanno pensato: Ugo Antinori (artista) insieme a Giulia Ceccarini (illustratrice), Diana Robustelli (docente arti figurative del liceo artistico Metelli di Terni e Patrizia Vasta (vice presidente del Sii). Per giudicare i racconti a tema acqua invece c’erano Andrea Giuli (giornalista e scrittore), Fausto Dominici (docente italiano e latino al liceo classico Tacito di Terni) e Tiziana Buonfiglio (amministratrice delegata Sii).

I vincitori A vincere il primo premio di 500 euro tra le scuole primarie è stato l’istituto comprensivo Montecastrilli classe I A. Al secondo posto con un premio di 300 euro e una targa c’è stata una ex equo tra scuola primaria Ferentillo classe IV A e la scuola primaria XX Settembre classi IV A e IV B di Terni. Terzi classificati con un premio di 150 euro e una targa in ex equo istituto comprensivo Fanciulli di Montefranco e la scuola primaria Mazzini di Terni classe II D. Delle scuole secondarie invece a portare a casa il primo premio è stato l’istituto comprensivo Marconi Terni classe I C con il racconto dal titolo ‘Le gocciolline’ . Secondo posto per la scuola secondaria Umberto I di Narni classe I A con il racconto ‘La fonte della generosità’ e terzo classificato l’istituto comprensivo Marconi di Terni ed in particolare l’alunna Elena Sala (classe I A ) con il racconto ‘Acquarius’ salita sul palco commossa. Premio aggiuntivo improntato sull’’emozione dettata dal disegno’ anche all’alunna  Sara Petti ( classe1A dell’istituto Marconi di Terni) con il racconto ‘La goccia d’acqua alla scoperta del mondo’ e un Premio ‘menzione speciale’ al racconto di Leonardo Battistoni (1A Scuola Marconi Terni) con il racconto ‘L’acqua e la terra dei grandi draghi’. Un premio speciale per l’impegno sociale è stato consegnato anche alla Caritas di Terni e all’associazione i Pagliacci.

A lavoro per l’edizione 2023 «L’obiettivo del progetto – ha affermato il presidente del Sii, Carlo Orsini – è stato quello di educare al valore dell’acqua, bene comune e prezioso, ed investire sul futuro delle nuove generazioni». «Il progetto rivolto alle scuole del territorio – ha aggiunto l’amministratrice delegata Tiziana Buonfiglio – mira a divulgare, con il prezioso patrocinio della Regione Umbria, della Provincia di Terni e dei Comuni serviti dalla Sii, la cultura della sostenibilità, che inizia dalla formazione e dal coinvolgimento delle nuove generazioni. I bambini ed i ragazzi rappresentano il futuro ed il nostro intento è quello di avvicinarci a loro, trasmettendogli i valori legati al rispetto dell’ambiente». Visto il grande successo della prima edizione del premio e l’importante partecipazione l’appuntamento ora è per ‘Acqua amica’ 2023.

I commenti sono chiusi.