mercoledì 23 ottobre - Aggiornato alle 15:53

Ast, ultimi giorni per stringere l’accordo sull’integrativo: proposta sul tavolo

Confronto aperto tra Rsu e capo del personale Luca Villa, mercoledì terzo appuntamento: la trattativa prosegue

di M. R.

Al via mercoledì mattina il terzo appuntamento tra le Rsu e il capo del personale di Ast, Luca Villa per stringere un accordo sulla piattaforma integrativa da 4,1 milioni di euro. Questo il budget che la direzione aziendale ha messo a disposizione per la redistribuzione degli utili a favore dei lavoratori dell’acciaieria ternana. Come sottoscritto al ministero dello Sviluppo economico, le modalità di erogazione del premio e di altri istituti dovranno essere delineate entro il 28 giugno sulla base di un’intesa tra Rsu e vertici dell’acciaieria.

Documento sul tavolo Il confronto è stato aperto lunedì pomeriggio ma non è bastato per chiudere il cerchio. Le parti si sono allora aggiornate martedì mattina ma senza esito. Un nuovo appuntamento  è stato allora fissato per mercoledì a partire dalle 9, intanto secondo quanto trapela, l’azienda avrebbe messo sul tavolo una proposta: 500 euro di premio fisso una tantum erogabile già il prossimo mese e poi un premio di risultato variabile, dal tetto massimo di 1.000 euro, 350 dei quali erogabili a fine anno e il resto il prossimo. Sul budget totale resterebbero così ancora a disposizione centinaia di migliaia di euro che Ast vorrebbe dedicare al premio trimestrale sulla sicurezza. La polivalenza, in questo accordo, resterebbe fuori dalle risorse disponibili per l’integrativo e quindi sarebbe eventualmente finanziata con fondi extra.

@martarosati28

I commenti sono chiusi.