Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 8 agosto - Aggiornato alle 18:50

Apparecchiatura di ossigenoterapia normobarica donata all’ospedale di Spoleto

Il gesto di generosità è della famiglia dell’imprenditore nursino Aldo Ambrosini

E’s tata consegnata sabato mattina, al reparto di Angiologia dell’ospedale “San Matteo degli Infermi” di Spoleto, il macchinario per l’ ossigenoterapia normobarica finalizzato al trattamento di lesioni severe attraverso la cicatrizzazione delle ferite post operatorie agli arti.

La consegna L’apparecchiatura è stata donata dalla famiglia dell’imprenditore nursino Aldo Ambrosini, scomparso recentemente, ed è stata consegnata dai due figli ai sanitari della struttura dipartimentale di Angiologia diretta da Francesca Falcinelli e della struttura dipartimentale di Chirurgia Vascolare diretta dal Francesco Paolo Cappotto. Alla cerimonia hanno partecipato il direttore generale dell’Azienda Usl Umbria 2 Massimo De Fino e il direttore sanitario dell’ospedale di Spoleto Orietta Rossi, insieme ad una rappresentanza dello staff sanitario e della direzione medica di presidio. La famiglia Ambrosini ha voluto ringraziare in particolar modo la dottoressa Nadia Brunetti per la sua competenza e dedizione mostrata nei confronti del paziente. «Tale apparecchiatura, l’unica in dotazione per la regione Umbria – spiega Falcinelli che ha rivolto un sentito ringraziamento alla famiglia Ambrosini – risulterà estremamente utile per la cura delle lesioni cutanee, come si evidenzia da numerosi studi scientifici e ci consentirà di qualificare ulteriormente la nostra risposta assistenziale».

 

I commenti sono chiusi.