sabato 25 maggio - Aggiornato alle 17:27

Ad Acquasparta apre un centro di raccolta per i rifiuti ingombranti e non solo

Investimento Cosp anche per i residenti di Montecastrilli, Avigliano e San Gemini: sito aperto 20 ore settimanli, cosa ci si può portare

Rifiuti abbandonati in campagna

Nuovo centro di raccolta rifiuti ad Acquasparta, ma che sarà di riferimento anche per Avigliano umbro, Montecastrilli e San Gemini, dando così una risposta a circa 17mila residenti della zona. In particolare il sito potrà accogliere rifiuti ingombranti di vario genere, elettrodomestici, vernici, olio usato e pure potature del giardino.

L’area di tremila metri quadri è stata realizzata dalla Cosp tecno servizi, che gestisce l’igiene urbana nei quattro comuni, e sarà inaugurata sabato alle 11. L’impianto era già previsto dalla pianificazione d’ambito, e rientrava tra le richieste più significative degli utenti, così come emerso dal sondaggio compiuto dal gestore per per misurare gradimento e criticità dei servizi erogati: qui nei quattro comuni la raccolta differenziata è già oltre il 70 per cento. Il centro di raccolta resterà aperto 20 ore settimanali ed è dotato di videosorveglianza, anche durante gli orari di apertura sarà presente sempre un operatore per gestire l’accesso degli utenti e supportarli nel corretto conferimento nei contenitori presenti all’interno dell’impianto. Inoltre, il centro intercomunale funzionerà come punto d’informazione allo scopo di far crescere la consapevolezza dei cittadini sui servizi a disposizione, con l’ambizione di combattere l’odiosio fenomeno dell’abbandono dei rifiuti. I residenti di Acquasparta, San Gemini, Montecastrilli e Avigliano potranno consegnare carta, cartone, legno, vernici, ma anche materiale organico, farmaci e pile, mentre non è escluso che in futuro possa aumentare l’elenco dei prodotti smaltibili.

I commenti sono chiusi.