sabato 1 ottobre 2016 - Aggiornato alle 12:22
10 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 14:23

Atti osceni, insulti e lettere minatorie alla polfer: folignate denunciato cinque volte in due giorni

Il trentenne già noto alle forze di polizia ha seminato il caos in stazione

Atti osceni, insulti e lettere minatorie alla polfer: folignate denunciato cinque volte in due giorni
A destra in basso il comandante D'Antoni con gli agenti

Cinque denunce in due giorni. Ha fatto lo show alla stazione di Foligno, il trentenne residente nella zona che in due giorni tra atti osceni e insulti ha dato un bel da fare agli agenti del comandante Alessandro D’Antoni. Il giovane, già conosciuto alle forze di polizia, è stato identificato e denunciato la prima volta per aver minacciato due volte e in due distinti episodi personale di Trenitalia che lo aveva pizzicato a fumare in ambienti vietati. Poche ore dopo lo stesso trentenne è stato segnalato da una viaggiatrice che ha sostenuto di averlo visto toccarsi le parti intime. Gli agenti della polfer hanno quindi rifermato il soggetto e oltre alla denuncia per atti osceni è scattata la maxi multa da 10 mila euro, che evidentemente ha infastidito parecchio il soggetto che poco dopo è tornato negli uffici della polfer consegnendo uno scritto oltraggioso indirizzato a tutti gli agenti di Foligno. La quinta denuncia l’ha rimediata per non aver ottemperato al foglio di via obbligatorio dalla città che era già stato emesso a suo carico.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO
  • Giuseppe Cipressi

    come da sentenza di corte di cassazione il reato di masturbazione in pubblico è abrogato

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250