lunedì 26 settembre 2016 - Aggiornato alle 17:35
17 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 14:10

Assenteismo e licenziamenti disciplinari per dipendenti pubblici: seminario a Villa Umbra

Dopo il decreto del governo l'approfondimento con l'avvocato giuslavorista Francesco Duranti. Naticchioni: «Argomento di grande attualità»

Assenteismo e licenziamenti disciplinari per dipendenti pubblici: seminario a Villa Umbra
Villa Umbra

La responsabilità e licenziamento disciplinare del dipendente pubblico è il tema che sarà approfondito, martedì 21 giugno, alle ore 9, in un seminario organizzato dalla Scuola umbra di Amministrazione pubblica nella sede di Villa Umbra (a Pila di Perugia).

Decreto del governo «Un argomento di grande attualità – sottolinea Alberto Naticchioni, amministratore unico della Scuola – considerando l’approvazione in esame definitivo, avvenuta in questi giorni, del decreto legislativo in materia di licenziamento disciplinare dei lavoratori dipendenti del settore pubblico. In particolare – prosegue Naticchioni – il decreto prevede il licenziamento lampo, una procedura sprint e la sospensione cautelare entro 48 ore e attivato il procedimento disciplinare che dovrà concludersi entro 30 giorni. Il decreto attuativo della Riforma Madia ha l’obiettivo di fungere da deterrente per i dipendenti pubblici denominati ‘furbetti del cartellino’ che cioè, dopo aver ‘timbrato’, si assentano per diverse ore dal luogo di lavoro».

Anti assenteismo «Il decreto – conclude Naticchioni – mira a punire sia i lavoratori della pubblica amministrazione assenteisti sia i dirigenti pubblici che non avviano la procedura nei loro confronti, in modo particolare i dirigenti che non fanno partire subito il procedimento disciplinare sarà prevista la segnalazione all’autorità giudiziaria, che avrà il compito di valutare se ci sono gli estremi per contestare il reato di omissione d’atti d’ufficio».

Contenuti e relatori Inoltre è stato previsto che con il provvedimento di sospensione si proceda anche alla contestuale contestazione dell’addebito e alla convocazione del dipendente dinanzi all’ufficio competente per i procedimenti disciplinari; il dipendente sarà convocato per il contraddittorio con preavviso di almeno 15 giorni e potrà farsi assistere da un procuratore o da un rappresentante sindacale. Durante il seminario, sarà inoltre approfondita la sentenza della Corte di Cassazione n. 11868/2016 la quale afferma che il licenziamento del personale del pubblico impiego non è disciplinato dalla “legge Fornero”. Relatore della giornata sarà Francesco Duranti, avvocato giuslavorista, professore associato di Diritto pubblico comparato nell’Università per Stranieri di Perugia, che farà il punto sulla responsabilità disciplinare del dipendente pubblico; gli obblighi di valenza disciplinare; il potere disciplinare delle Amministrazioni nei confronti dei dipendenti: funzione; fonti; procedimento; limiti; tipologia delle sanzioni.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250