domenica 25 settembre 2016 - Aggiornato alle 07:26
22 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 14:58

Appello #stopfemminicidio, prima firmataria Catiuscia Marini: già decine di adesioni

Richiamo a un cambiamento culturale: «Chiediamo agli uomini di intervenire e di unirsi a noi nell'impegno contro la violenza di genere»

Appello #stopfemminicidio, prima firmataria Catiuscia Marini: già decine di adesioni

Dall’inizio dell’anno, oltre 50 donne sono state uccise in Italia da un uomo: un vero “bollettino di guerra”. Da gennaio 2015 sono oltre 155; i dati di Telefono Rosa ci dicono che almeno 8.856 donne sono state vittime di violenza e 1.261 di stalking. Ed è solo la punta dell’iceberg, visto che il 90% delle donne non denuncia. Nasce da qui l’appello #stopfenmminicidio, che viene presentato il 22 giugno alle 17.30 alla Sala Fiume di Palazzo Donini

Voce delle donne non basta «Nella maggior parte dei casi – si legge nell’appello – a scatenare la furia omicida è la fine del rapporto, l’incapacità dell’uomo di accettare che la donna lo lasci e che l’amore finisca. Il caso che ha suscitato sicuramente più clamore è quello di Sara Di Pietrantonio, studentessa universitaria romana di 22 anni strangolata e poi bruciata dal suo ex fidanzato, Vincenzo Paduano, che non accettava che la ragazza si fosse rifatta una vita con un altro e che per settimane, prima dell’incontro fatale per il destino di Sara, l’aveva minacciata e perseguitata. Le leggi ci sono ma il problema è culturale, educativo e di informazione. La voce delle donne da sola non basta; devono farsi sentire anche gli uomini perché solo insieme possiamo vincere questa battaglia».
L’appello «Chiediamo a tutti – prosegue l’appello – di prendere una netta presa di posizione contro il femminicidio; chiediamo agli uomini di intervenire e di unirsi a noi nell’impegno contro la violenza di genere e per promuovere, difendere, rivendicare una modalità di relazione fondata sul rispetto della libertà, dei sentimenti, delle scelte dell’altro/dell’altra. La politica, così come la cultura, devono riappropriarsi di un ruolo fondamentale, vale a dire regolare i rapporti sociali, rendendoli compatibili al bisogno di incolumità e dignità di ogni persona, a partire dal legame uomo/donna. Occorre un netto Cambiamento Culturale nella società: parlare, raccontare e ascoltare le storie, educare al rispetto, alla responsabilità e al rifiuto di ogni forma di sopraffazione violenza. Il cambiamento parte da ognuno di noi».
Catiuscia Marini – Presidente Giunta regionale Umbria
Stefania Fiorucci – Impiegata
Donatella Porzi – Presidente Consiglio regionale Umbria
Anna Ascani – Deputata
Valeria Cardinali – Senatrice
Gemma Bracco – Consigliera di Parità Provincia di Perugia
Rita Zampolini – Impiegata
Margherita Banella – Consigliere comunale
Mariella Spadoni – Assessore comune di Castiglione del Lago
Simona Meloni – Impiegata
Tiziana Capaldini – Impiegata
Serena Santagata – Dottoranda di Ricerca
Ornella Bellini – Consigliere comunale Passignano
Daniela Albanesi – pensionata – già Presidente CPO
Claudia Ciombolini – Libera professionista
Carla Collesi – Impiegata
Morena Bigini – Avvocato
Alessia Dorillo – Presidente TSA
Valia Fedeli Alianti – Avvocato
Maria Grazia Ricci – Impiegata
Alba Peccia – Commercialista
Mohan Testi – Artista
Cristina Farnesi – Impiegata
Associazione Gylania
Cinzia Conte – Guida turistica
Sarah Bistocchi – Consigliere Comune di Perugia
Barbara Balducci – Impiegata
Agnese Benedetti – Sindaco di Vallo di Nera
Katia Meneghello – Impiegata
Carla Casciari – Consigliere Regionale Umbria
Chiara Scardazza – Giornalista
Luana Pioppi – Giornalista
Sabrina Austeri – Impiegata
Simona Melinelli – Pensionata
Silvia Fringuello – Amministratore Soc Coop Progetto Adeia
Katiuscia Papi – Avvocato
Paola Jole Spinelli – Avvocato
Tiziana Chiodi – Educatrice
Cristina Papa – Docente Universitaria
Noemi Marziani – Giornalista
Gabriella Suella – Pensionata
Patriza Tosti – Farmacista
Maura Franquillo – Assessore Comune di Foligno
Anna Vittoria Nania – Impiegata
Eleonora Fabbroni – Libera Professionista
Virgilio Ancellotti – biologo
Sara Bazzucchi – Assessore Comune di Valfabbrica
Stefania Moccoli – Vice Sindaco Comune di Trevi
Alba Cavicchi – Insegnante
Vanda Scarpelli – Sindacalista
Francesca Valentini – Insegnante
Barbara Bucari – Progettista
Patrizia Epifani – Insegnante
Claudia Bastianelli – Impiegata
Elena Tiracorrendo – Consigliera regionale di parità
Flavia Chitarrini (Terni) – Dirigente ACLI
Daniela Rondolini – Avvocato
Patrizia Cavalaglio – impiegata
Maria Martini – pensionata
Francesco Maria Giacopetti – Segretario PD Perugia
Cristina Viali Di Francesco – Pensionata
Isodori Rroberta – Segretaria comunale
Giorgio Bettelli – Dipendente pubblico
Piera Piantoni – Assessore Comune di Narni
Vanessa Stufera – Assistente Sociale
Stella Magi – Libera Professionista
Verusca Subicini – Impiegata
Giuseppe Zangarelli – Libero Professionista
Michela Pascolini – Commerciante
Giancarlo Brugnoni – Agente di Commercio
Fernanda Cecchini – Assessore Regione Umbria
Lorena Pesaresi – Funzionaria
Antonella Sanna – impiegata
Rita Passerini – Funzionaria
Fabrizio Schettini – Libero professionista
Paola Pasquoni – Impiegata
Barbara Mischianti – Sindacalista
Donatella Fioriti Balducci – Pensionata
Fides Panfili – Libero professionista
Francesco Sorci – Addetto stampa
Virna Venerucci – Architetto
Piero Mignini – impiegato
Giacomo Leonelli – consigliere regionale
Francesca Vignoli – Redattrice
Chiara Pucciarini – Presidente CPO
Alessandra Granaroli – Libero professionsta
Claudio Sebastiani – commerciante
Laura Vitaletti – Impiegata
Silvia Mazzoni – Dirigente scolastico
Daniela Venturi – Consulente
Nicoletta Valli – Insegnante
Claudia Dionisi – laureata in giurisprudenza
Renato Bruno – pensionato
Sara Cardoni – Impiegata
Sara Petruzzi
Rosanna Zaroli – artigiana
Giuseppina Folignoli – pensionata
Sonia Di Giuseppe -associazione “libera per vivere … e non per morire”
Associazione Il coraggio della paura
Maria Lorenzini – psicoterapeuta
Lucilla Ciuchi – Impiegata
Anna Perazzo – insegnante
Annamaria Principe – giornalista
Giacomo Mancini – avvocato
Raffaello Azzeri
Anna Saporosi – Impiegata
Lorenzo Testi – Pensionato
Eros Testi – Pensionato
Michela Ricolfi – Avvocato
Izaura Puka – Avvocato
Sabrina Morelli – Casalinga
Alessandra Giovagnoli – Avvocata
Valentina Bianchini
Maria Naclerio
Stefania Brozzi – Infermiera
Cinzia Abramo – Impiegata
Giorgio Sgarzi – Pensionato
Carla Nocentini – psicologa
Francesca Fanelli
Rosalba Lupo – medico
Donatella Betti
Maria Rosaria Giovagnoli – docente universitario
Paolo Piazza – fisioterapista osteopata
Alessandro Bocci – pensionato
Maddalena Russo
Marta Ginettelli – impiegata
Flavia Baldassarri – Università di Perugia
Cinzia Di Giuli – medico
Anna Nusdorfi – inferimiera
Associazione ‘Società delle Estranee – Marsciano
Camilla Barbero – Architetto
Pamela Braccini – Studentessa e assistente sociale
Vanna Ugolini – Peesidente Libertas Margot
Maria Pia Bruscolotti – Sindaca di Massa Martana
Nadia Ginetti – Senatrice
Eleonora Benni – Docente
Daniela Tosti – Impeigata
Davide Manca – Impiegato
Cecilia Bartolini – Impiegata
Vanessa Croccolino – Impiegata
Possono aderire all’appello tutti: uomini, donne, associazioni, gruppi di interesse, partiti etc. Per aderire:
©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250