venerdì 30 settembre 2016 - Aggiornato alle 01:48
12 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 15:39

Amputate entrambe le gambe alla donna finita sotto il treno

La donna versa in condizioni considerate molto gravi: all'origine dell'incidente, probabilmente l'imprudenza di evitare il sottopassaggio

Amputate entrambe le gambe alla donna finita sotto il treno

di M.T.

Si aggiunge qualche elemento nella ricostruzione del tragico episodio di sabato sera alla stazione centrale Fontivegge di Perugia. Si fa sempre più strada l’ipotesi di una imprudenza della donna rispetto a quella del gesto volontario. E’ finita sotto il treno e le sue condizioni restano molto gravi. In un intervento notturno i medici non hanno potuto salvarle le gambe a causa delle condizioni disperate con cui è arrivata in sala operatoria.

FOTOGALLERY

I PARTICOLARI SULL’ACCADUTO

Alcuni particolari La donna, 43 anni, originaria di un paese del nord est europeo, si trova ricoverata dalla notte di sabato nel reparto di Rianimazione del S.Maria della Misericordia, come informa una nota dell’ufficio stampa dell’azienda ospedaliera di Perugia. Al suo arrivo in ospedale nella sala emergenze del pronto soccorso è stata ‘intubata’ e il medico di turno, Massimo Siciliani, ha proceduto alle prime trasfusioni di sangue e, al tempo stesso, ha organizzato una equipe di chirurghi vascolari e anestesisti per un primo tentativo di suturazione delle gravissime ferite agli arti inferiori.

L’intervento chirurgico Trasferita in sala operatoria, la donna è stata sottoposta, durante la notte, a intervento chirurgico dalla equipe di ortopedici della struttura di Auro Caraffa. Purtroppo sì è resa necessaria l’amputazione di entrambe le gambe. La donna sarebbe stata colpita dal treno proprio mentre si apprestava a raggiungere il marciapiede del binario numero 2 della stazione. Da fonti interne all’ospedale si apprende che sarebbe da escludere l’ipotesi di un gesto volontario. Si tratterebbe piuttosto di una grave imprudenza della donna per evitare l’utilizzo del sottopassaggio. Sull’episodio indagano i poliziotti della Scientifica di Perugia e gli agenti della Polfer.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250