domenica 25 settembre 2016 - Aggiornato alle 09:08
19 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 12:57

Allerona entra nel club dei Borghi più belli d’Italia, il sindaco Basili: «Momento storico»

Si tratta del 26esimo comune umbro che ottiene l'ambito riconoscimento

Allerona entra nel club dei Borghi più belli d’Italia, il sindaco Basili: «Momento storico»

Dopo Preci anche Allerona entra nel club dei Borghi più belli d’Italia. Il paesino della provincia di Terni è il 26esimo comune umbro a ricevere il prestigioso riconoscimento che è stato ufficialmente consegnato dai presidenti nazionale e regionale dell’associazione, rispettivamente Fiorello Primi e Antonio Luna.

Allerona entra nel club dei Borghi più belli d’Italia Emozionato il sindaco Sauro Basili che, per la cerimonia è stato affiancato dall’assessore regionale Giuseppe Chianella: «Questo – ha detto il primo cittadino – è un momento storico per Allerona, un appuntamento di grandissima importanza per il paese e per il territorio che entrano in un’associazione prestigiosa. Il traguardo – ha proseguito Basili – ci aiuterà a promuovere il nostro patrimonio, fatto di bellezze medievali, storiche, artistiche e culturali ma anche di tesori paesaggistico-naturali». La cerimonia è stata caratterizzata anche dal concerto della banda cittadina e dal corteo storico dei Pugnaloni che ha sfilato da piazza Lupi fino a piazza Santa Maria dove è avvenuta la consegna ufficiale della bandiera alla presenza di una rappresentanza di cittadini in costume d’epoca a simboleggiare la grande tradizione locale. Per l’occasione sono stati aperti anche i musei dei cicli geologici e dell’arte sacra e quello dei Pugnaloni, con la possibilità di visitare anche le antiche fontane del paese e di degustare i prodotti locali negli stand allestiti lungo le vie del centro antico. Il presidente dei Borghi più belli dell’Umbria ha invece sottolineato la necessità di dare maggiore strutturalità all’associazione regionale: «Sono ormai maturi i tempi – ha affermato Luna – per concretizzare ciò che già è attuale in altre regioni italiane e cioè il riconoscimento dei Borghi più belli d’Italia come attrattori ufficiali nei bandi. Pensiamo ad esempio al Por-Fesr  che mette a disposizione ingenti risorse per lo sviluppo e la qualificazione dei centri storici e dei territori circostanti, del resto i dati nazionali dicono che le cittadine aderenti ai Borghi movimentano circa 10 milioni di turisti all’anno. Il 25 per cento del totale degli aderenti sono centri umbri».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250