domenica 25 settembre 2016 - Aggiornato alle 17:40
31 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 17:01

Aeroporto, caccia al nuovo presidente: pubblicato l’avviso. «Comprovata esperienza nel settore»

Rimarrà in carica fino al 2019, per presentare le domande c'è tempo fino al 10 giugno

Aeroporto, caccia al nuovo presidente: pubblicato l’avviso. «Comprovata esperienza nel settore»
Passeggeri all'interno dello scalo (foto F.Troccoli)

di Daniele Bovi

Per chi volesse diventare presidente dell’aeroporto «San Francesco», c’è tempo fino al 10 giugno. Nelle scorse ore infatti Sviluppumbria e Sase hanno reso noto l’avviso pubblico attraverso il quale individuare, dopo le dimissioni di Mario Fagotti, il nuovo numero uno dello scalo. Dalla lettura del documento si capisce qual è la figura ricercata dal cda di Sase, attualmente composto solo dal direttore generale di Sviluppumbria Mauro Agostini (in rappresentanza della Regione) e da Giorgio Mencaroni, presidente della Camera di commercio di Perugia. Oltre, ovviamente, a una laurea e ai requisiti di legge che riguardano incompatibilità e ineleggibilità, ai candidati si chiede «un’esperienza professionale in ruoli dirigenziali o quale membro di consiglio d’amministrazione o organo di controllo in società pubbliche e/o private e/o nella pubblica amministrazione».

IL VIDEO

Comprovata esperienza Ovviamente non di società qualsiasi bensì: per l’individuazione del nuovo presidente infatti il titolo preferenziale è costituito dall’«essere in possesso di una comprovata competenza in campo gestionale in materia di trasporto, con particolare riferimento al settore aeronautico (gestori aeroportuali, operatori aerei, et alii)». Il nuovo presidente, che rimarrà in carica per il triennio 2016-2019, sarà eletto dal consiglio di amministrazione dopo aver vagliato i curriculum che saranno spediti entro le 16 del 10 giugno (per il 22 è invece in programma l’assemblea dei soci). Come specifica la società però, l’avviso pubblicato non è una gara dopo la quale verranno stilate graduatorie con punteggio di merito: si tratta infatti di una semplice «indagine conoscitiva». Insomma, vagliati i curriculum, la scelta sarà discrezionale.

Twitter @DanieleBovi

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250