giovedì 29 settembre 2016 - Aggiornato alle 22:23
28 aprile 2016 Ultimo aggiornamento alle 15:48

«10 Cloverfield Lane», il film di Dan Trachtenberg è una gran bella sorpresa

Bello, intelligente, sicuramente uno dei migliori film del genere visti quest’anno e con un John Goodman in gran forma

«10 Cloverfield Lane», il film di Dan Trachtenberg è una gran bella sorpresa

di Gordon Brasco

Quando uscì «Cloverfield» nel 2008 (diretto da Matt Reeves) le aspettative erano piuttosto alte: un fanta-horror in soggettiva dove una specie di locusta aliena giocava a fare King-Kong per Manhattan? E chi se lo sarebbe perso? Il fiasco fu quasi apocalittico: mancava una solida costruzione dei personaggi, una gestione del pathos più attenta e soprattutto diversi soldi al budget degli effetti speciali. Figuratevi quindi il mio stato d’animo quando tra i film da recensire è finito questo «10 Cloverfield Lane» che della pellicola del 2008 ne è un po’ sequel e un po’ spin-off, girato come esordio da un tizio praticamente sconosciuto. Dopo la prima mezzora seduto in una sala deserta mi sono ricreduto e lasciati i timori di aver buttato via una serata mi sono rilassato sulla poltrona e gustato quest’ora e quaranta di buon cinema. Partendo dai temi centrali della paranoia e del sospetto la storia si sviluppa dosando in modo impeccabile la tensione crescente tra i protagonisti: i dubbi si fanno certezza per poi collassare in nuovi dubbi, gli amici diventano nemici, poi complici e poi spettatori inermi in un susseguirsi di cambi di fronte dettati da una claustrofobica convivenza con chi dice di essere un buono senza darne la minima prova tangibile.

Bello e intelligente È un film intelligente ed emozionante dotato di una sceneggiatura solida, che fa tesoro di altre storie del genere per creare qualcosa di non proprio originale ma sicuramente interessante, in più ha in dote un John Goodman in grandissima forma che ci regala una delle sue performance migliori in assoluto. Insomma vale la pena spendere dei soldi per questo film? Secondo me sì: finire intrappolati in un bunker con gente che vi dice che tutto quello che sta sopra la vostra testa è finito? Che inizio fantastico. Se poi ci mettete una sceneggiatura claustrofobica, degli attori in grande forma che trasformano quelle quattro mura in un palcoscenico drammatico e una minaccia eterea che aleggia sopra tutto come un Leviatano maligno allora avete un’idea di quello di cui sto parlando. Bello, intelligente, sicuramente uno dei migliori film del genere visti quest’anno, unica nota negativa il finale… si poteva fare meglio ma la poca originalità dell’epilogo non rovina tutto il resto. Se ne avete le scatole piene di eroi in calzamaglia che se ne danno di santa ragione questo è il titolo adrenalinico giusto per voi.

Un film di Dan Trachtenberg. Con Mary Elizabeth Winstead, John Goodman, John Gallagher Jr, Mat Vairo, Cindy Hogan. Azione, Ratings: Kids+13, durata 105 min. USA 2016. Universal Pictures.

Trama: Dopo aver perso conoscenza in un incidente d’auto, una ragazza si risveglia in una cella sotterranea insieme a un uomo, il quale le racconta che il mondo al di fuori è stato distrutto da un attacco nucleare.

Perugia
Gherlinda: 17.40 / 20.05 /22.30
Uci Cinemas Perugia: 17.00 / 19.45 / 22.10

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250